sabato 19 maggio 2018

Recensione a "Ossessioni Intime" di Anna Zaires


Genere: Fantasy

Editore: Mozaika Publications
Serie: Le cronache dei Krinar Vol. 2
Data d'uscita: 15 Maggio 2018
Pagine: 319
Prezzo: e-book 4,99 - cartaceo flessibile 13,39

Link d'acquisto




A Lenkarda, la principale colonia Krinar sulla Terra, Mia è completamente alla mercé di Korum. Non avendo alcun modo di fuggire e non sapendo assolutamente come utilizzare la più elementare tecnologia Krinar, non ha altra scelta che fidarsi del K che l’ha portata lì—l'amante che lei ha tradito.



L’alieno manterrà la propria promessa di riportarla a casa o è destinata a rimanere sua prigioniera per sempre? Può un essere umano diventare parte della società Krinar? Korum la ama o desidera solo possederla?



Continuate a leggere per scoprirlo...




E anche il secondo volume è stato mio!
Riuscire a trovare le parole giuste per descrivere ogni suo nuovo romanzo (sequel in questo caso) è sempre molto difficile per me, per il semplice fatto che adoro talmente tanto tutto ciò che scrive Anna che a volte trovare la chiave giusta per far uscire le emozioni e metterle qui sopra, resta sempre difficile. Una cosa è certa: il suo stile inconfondibile marchia a fuoco ogni momento del romanzo sempre in maniera sublime e, per ciò che mi riguarda, potrebbe anche non apporre più la sua firma, perché la riconoscerei comunque! È sempre incredibile e fantastico il modo in cui si impadronisce della tua attenzione a ogni voltare pagina, e senza neanche accorgertene ti ritrovi con il cuore in gola dall’inizio alla fine. Lei è sempre precisa, schietta, fluida, amalgama in maniera perfetta momenti ricchi di tensione e angoscia, passione e amore, con una credibilità unica nel suo genere che rende la lettura armoniosa, incisiva e allo stesso tempo lineare e facile. La psicologia che riesce a donare ai suoi personaggi e che li caratterizza è sempre straordinaria. Ti fa entrare nella loro mente con impeto e delicatezza allo stesso tempo, rendendo tuo ogni loro pensiero, ogni emozione, ogni brivido. Amo smisuratamente il modo in cui utilizza termini forti e spinti soprattutto nelle scene di sesso, per il semplice fatto che sono sempre giusti e perfettamente imbastiti in una trama, in questo caso futuristica, ben pensata e realizzata con ingegno e maestria che le appartengo di diritto. In questo secondo volume la relazione tra Korum e Mia si intensifica, diventando viscerale e così profonda che restarne non coinvolti è impossibile. L’amante che Mia aveva ritenuto un nemico nell’ultimo mese, ora è la sua unica fonte di conforto in quella terra così strana. Ricordiamo infatti che Korum la porterà a Lenkarda, colonia primaria dei Krinar.  La vuole con sé, è la sua più intima ossessione e lei, se pur combattuta, non riesce a fare più a meno di lui, seguendolo anche in questa destinazione sconosciuta.

Come poteva sentirsi così, dopo tutto quello che le aveva fatto passare, dopo averla manipolata in quel modo? Che razza di persona era per essersi innamorata di un alieno che si era impossessato della sua vita?

Mia si ritrova così in un ambiente tecnologico fantascientifico incredibile che l’affascina su ogni aspetto, ma che allo stesso tempo e in alcune particolari situazioni la terrorizza. Il modo in cui Korum riesce a manipolarla e tutto ciò che ha usato e usa per averla con sé, la destabilizza a volte, rendendo difficile e confuso quel mix di sentimenti che sente di provare per quell’alieno bellissimo.



Se nel primo volume il personaggio di Korum era ancora un po’ troppo misterioso, quasi nebuloso, qui riusciremo a conoscerlo meglio e soprattutto si rivelerà ancora più meraviglioso e fantastico. La sua incredibile potenza, il suo modo di essere e il predatore con un istinto territoriale profondamente radicato che sono in lui, si bilanciano perfettamente con il suo essere dolce, appassionato ed estremamente protettivo.



Più la loro storia si intensifica, più cresce la certezza della profondità dei sentimenti che Mia prova per Korum e il solo pensiero che lui possa giocare con le sue emozioni a volte sembra distruggerla. La passione intensa e bruciante come il fuoco e la chimica particolare che li lega sono incontrollabili e quando divampano tutto quello che li circonda sembra volatilizzarsi.



Ogni attimo vissuto all’interno del romanzo assume la giusta piega e per i nostri protagonisti molte cose stanno per cambiare. C’è qualcosa di importante che scalpita per essere rivelata e quando accadrà sarà un nuovo e conturbante miscuglio di forti emozioni.
Ancora una volta Anna Zaires non ha perso un colpo!
Stupisce e cattura l’attenzione di chi legge con quella strategia e bravura che la caratterizza e che la rende una scrittrice straordinaria. Il mix di forti emozioni, attesa, sorpresa, trepidazione e i colpi di scena sono sempre nuovi e arrivano all’improvviso causandoti quelle giuste vibrazioni  che un romanzo ben scritto deve essere in grado di dare e che ti lega alla lettura in maniera profonda.
Che dirvi?! Mi sono ritrovata anche io come Mia combattuta tra quella parte coerente e sensata dettata dalla mente e quella invece primitiva radicata profondamente in noi e che si libera con un solo sfiorarsi, innescando così una reazione a catena incontrollabile. E con un alieno come Korum vicino tutto diventa “fuori controllo e incandescente”!
Posso di nuovo confermare che Mia e Korum sono due protagonisti perfetti, per una storia perfetta e che catapulta il lettore in un mondo così talmente affascinante che distaccarsene diventa quasi impossibile. Entrambi i protagonisti e le loro emozioni evolvono in questo secondo volume e se unite a questo un ambiente futuristico affascinante, elevato tasso erotico, amore, mistero e suspense, quello che otterrete è entrare a far parte di un mondo in grado di travolgervi e conquistarvi. Attendo con ansia il terzo e conclusivo capitolo di questa splendida trilogia con la certezza che le sorprese non siano ancora finite.
Un infinito grazie come sempre ad Anna Zaires e alla sua magnifica penna che non fa altro che donare sempre nuove ed uniche emozioni. Grazie anche alla Mozaika Publications e come sempre a voi amici lettori auguro una buona lettura con LE CRONACHE DEI KRINAR vol. 2, lasciandovi  un altro bellissimo estratto.
 

"Sei mia" le disse con voce roca, e Mia non poteva dubitarne, non con lui sepolto così profondamente dentro di lei, dentro il suo cuore. Si sentiva incredibilmente vulnerabile, ma ora sapeva che anche lui lo era, che anche lei aveva qualche potere su di lui. "E tu sei mio" rispose, stringendo le mani sulle sue spalle, e sentì l'asta spingere dentro di lei, mentre il suo corpo reagì fisicamente a  quelle parole.





 




2 commenti:

  1. Thank you so much! Love your wonderful review!

    RispondiElimina
  2. Thanks to you Anna😘
    Always a great emotion to read you👏🏻❤️

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...