venerdì 31 gennaio 2020

Segnalazione a "I segreti di Villa Sofia" di Cristina Cavallazzi




Genere: Fantasy
Editore: Pav Edizioni
Data d'uscita: 28 Maggio 2019
Pagine: 342
Prezzo: e-book 2,79 cartaceo flessibile 15,30


Nell'Italia di metà Ottocento, Sergio, figlio di Filippo Menardi, un noto pittore, ha appena
ereditato la villa paterna, quando si trova coinvolto in una drammatica vicenda che affonda
le sue radici negli anni della Rivoluzione francese di 60 anni prima. Nella sua tranquilla
vita borghese fanno irruzione personaggi come Dario Ballerini, intraprendente e temerario,
con i suoi giovanissimi nipoti, Bernard Rivaux, dal fascino esotico ma inquietante e
Madame Colette, la quale, nonostante un matrimonio felice porta con sé un segreto che
potrebbe distruggere il suo nido d'amore. Per questo è in Italia, per entrare in possesso
dell'unica prova in grado di far luce su una tragedia avvenuta a Marsiglia nel 1790. Anche
Rivaux è alla ricerca della stessa prova, per poter dimostrare che non è stato un tragico
incidente, ma un delitto, che è costato la vita a suo padre François, ad opera del padre di
Colette. La prova verrà ritrovata ma la vera soluzione del mistero sarà, imprevedibilmente,
merito di Filippo Menardi, che oltre a essere un grande artista, era stato anche uno
scienziato e aveva costruito una Macchina del Tempo. Ritrovata per puro caso, verrà usata
per una sconvolgente spedizione.

“Se Colette aveva calamitato l’attenzione dei presenti al suo ingresso, anche Federico
Dossi, essendo un bell’uomo, era stato sicuramente notato da più di una signora. Fu per
lei molto facile trattenersi dopo cena e intavolare una conversazione con alcune delle
signore presenti. Quando salì in camera sua, aveva il nome del sedicente Dossi. Era
proprio Dario, almeno così lo avevano sentito chiamare dalla donna seduta al suo tavolo. Avrebbe pensato lei a scoprire il cognome, e anche come fargliela pagare.
“Vigliacco traditore “ pensava fra sé. “Stai dalla parte di quel maledetto Rivaux? Bene,
farete la stessa fine.”

1 commento: