sabato 19 maggio 2018

Recensione a "Fuoco e Acqua" di Andrew Grey



Genere: M/M
Editore: Dreamspinner Press
Data d'uscita: 17 Aprile 2018
Pagine: 194
Prezzo: eBook 5,67

Link d'acquisto






L’agente Red Markham ha imparato a conoscere le difficoltà della vita da adolescente, quando un incidente d’auto lo ha lasciato sfregiato e orfano di entrambi i genitori. Anche per le strade che pattuglia nella cittadina di Carlisle affronta episodi orribili, come il recente aumento di morti per overdose. Un pomeriggio Red viene mandato in una struttura sportiva per un incidente in piscina e, arrivato sul posto, scopre che il ragazzo coinvolto è stato salvato dal bagnino, Terry Baumgartner. Per Red non è una sorpresa che lo splendido Terry non voglia avere niente a che fare con lui e con il suo brutto muso.

Un commento casuale sulla sua superficialità fa però aprire gli occhi a Terry. Forse non è una persona di buon cuore come ha sempre pensato. La sua amica Julie gli suggerisce allora di aiutare i meno fortunati consegnando pasti agli anziani. Durante il suo giro Terry incontra Margie, una signora molto diretta che dice sempre quello che le passa per la testa e che è anche la zia dell’agente Red Markham.

I mondi di Red e Terry si scontrano. Red cerca di proteggere Terry da un ex che non accetta un no come risposta, intanto indaga per arrivare alla fonte della droga che sta mietendo vittime in città. Inaspettatamente i due uomini scoprono che per loro potrebbe esistere una possibilità, ma dovranno imparare a vedere oltre la superficie per coglierla.








Buongiorno magnetiche, oggi vi parlerò del romanzo Fuoco e Acqua di Andrew Gray edito Dreamspinner Press, primo libro della serie Carlisle Cops.

Ho trovato questo romanzo breve, ma molto piacevole, una bella storia sul contrasto sociale e fisico tra i due protagonisti. Una specie di bella e la bestia in versione omosessuale.

La bestia è Red, un poliziotto sfigurato ma con l’anima candida. Salva gli indifesi e si prodiga per il bene.
Ho amato questo personaggio così coraggioso. Sfoggia la sua scorza da duro, ma dentro di sé ha una voragine che crede non potrà mai essere colmata, perché chi potrebbe mai amare una bestia? Chi vorrebbe accarezzare le sue cicatrici e rimanere con lui oltre le apparenze?
Red si nasconde in mezzo alla gente, sorride ma non ride mai apertamente, ascolta molto ma parla di rado, perché non vuole puntare i riflettori su di lui e le sue cicatrici.
L’incontro con Terry sarà, per lui, come un fulmine a ciel sereno. Ascolterà impassibile i commenti sul suo aspetto, scruterà la ripugnanza negli occhi del ragazzo. Un giovane così bello e senza nessuna imperfezione, con l’incarnato roseo come quello di un bambino e il fisico di un dio per le ore passate a nuotare. Si ritroverà a osservare il ragazzo da lontano ma senza avvicinarsi, impaurito dal rifiuto che è sicuro di ricevere. Quando, però, Terry avrà bisogno del suo aiuto non potrà tirarsi indietro, un po’ per l’istinto da salvatore degli indifesi che è in lui, e un po’ per la speranza di essere visto, non solo notato. E Terry lo vedrà, oltre le apparenze e le ferite.

“C’erano molte cose che si potevano fingere. La gente ti poteva mentire in faccia, a lui era successo più di una volta. Ma qualcosa di intimo e amorevole come quel bacio… lì non c’era inganno, era nient’altro che sincero…
Cercò una parola per definire quello che vi percepiva.
“Red,” sussurrò Terry contro le labbra. “Smettila di pensare così tanto.” Il peso di Terry si spostò lievemente, e poi la lampada accanto al letto fu accesa. “Io ti vedo. Non c’è niente da nascondere nell’oscurità.”


Terry, invece, è un ragazzo che vive la sua vita superficialmente. Ossessionato dal bello, ricerca  attenzioni per nascondere le sue infinite insicurezze.
Un commento sgradevole sul poliziotto intervenuto durante un soccorso nella piscina dove lavora come bagnino, gli farà aprire gli occhi e, aiutato dalla sua migliore amica e collega, cercherà di cambiare la sua visione della vita, aiutando un’organizzazione umanitaria a distribuire pasti agli anziani e gli invalidi. E proprio qui incontrerà di nuovo il poliziotto, l’uomo dallo sguardo dolce ma dal viso sfigurato che, contro la sua volontà, si è insediato nella sua mente.
Reduce da un fidanzamento finito male, Terry chiederà aiuto a Red per proteggerlo dal suo ex possessivo e minaccioso. Tra droga, omicidi irrisolti e sentimenti nascenti, il romanzo, da adesso in poi, prenderà una piega diversa, creando nel lettore una sorta di suspance, perché niente è come sembra.
Il ragazzo, piano piano, imparerà a conoscere Red oltre l’aspetto, proprio come la bella conoscerà la bestia, e le cicatrici che l’uomo ha sul viso e sul corpo saranno solamente un aspetto di lui, e neppure il più importante.


“Vedi, ho potuto dare uno sguardo alla vera bellezza e gentilezza.”
“Quando è successo?” chiese lui, temendo la risposta.
“Il giorno in cui un uomo che conoscevo a malapena mi ha preso in casa sua perché pensava che potessi essere in pericolo. Chi fa una cosa simile?” Terry tenne il suo viso tra le mani. “Solo l’anima più bella che incontrerò mai nel resto della vita. Come ho detto, posso essere superficiale, e posso conviverci, però non sono stupido.”

Dietro questo romanzo c’è un bel messaggio, cioè quello di non guardare le apparenze, ma di scavare nel cuore delle persone fino a trovarne il nucleo, perché non siamo ciò che sembriamo, e l’aspetto può forviare la prima impressione che una persona ha di noi.
In definitiva, non importa come appariamo fuori ma come siamo dentro.
Lo consiglio.






 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...