venerdì 4 maggio 2018

Recensione a "Nate" di Celia Aaron




Genere: Mafia/Romance
Editore: Hope Edizioni
Data d'uscita: 4 Maggio 2018
Pagine: 240
Prezzo: eBook 4,99 - cartaceo 15,99





Avevo salvato Sabrina da una carneficina di stampo mafioso quando aveva 13 anni. Una volta diventato il nuovo boss del clan di Philadelphia, l’avevo mandata nelle migliori scuole per tenerla il più lontano possibile da questa vita – e da me. Aveva funzionato alla perfezione.
Finché non aveva compiuto 18 anni. Finché non era tornata a casa. Finché non avevo realizzato che la timida ragazzina non esisteva più, e che al suo posto adesso c’era una donna dalla lingua affilata e con un corpo che esigeva la mia attenzione.
Avevo promesso a me stesso che le avrei resistito, per il suo bene.

Mentivo.






Per una lettrice compulsiva come me avere tra le mani un romanzo di un’autrice completamente nuova è sempre molto eccitante, soprattutto quando si rivela una bellissima lettura. Mi capita spesso di avvertire quella sensazione particolare come di spilli che pungono in maniera febbricitante già leggendo semplicemente la sinossi, poi inizio le prime pagine e tutto quello che percepivo prende forma e conferma ogni cosa. Tutto questo per dire che anche Nate avrà il suo posto nella mia libreria, dove ripongo sempre i romanzi che reputo i più belli che abbia letto perché averli solo in Kindle non è abbastanza. Un altro Mafia Romance da non farsi sfuggire e che merita ogni attenzione possibile. Sono rimasta ammaliata dallo stile della Aaron trovandolo bello, affascinate, equilibrato, diretto e conciso e senza quelle ombre inutili che a volte rendono una lettura non chiara. Il suo modo talentuoso di dare vita ad un “minestrone” di pericolo, intreccio, suspense, momenti hot e sexy, amore e picchi di dinamismo e spigliatezza è semplicemente fantastico. Una storia dove le emozioni vengono catturate, posizionate sulle montagne russe e lanciate, per cui ti ritrovi in un attimo a leggere una momento dolce e carezzevole e immediatamente tutto cambia diventando adrenalinico o molto spinto, a seconda della scena, senza mai incappare in errori o il classico fuori luogo che ogni tanto capita di leggere. Entrare nel mondo di Nate e non restarne coinvolti per me è stato impossibile.
Il romanzo si apre già con un ritmo sostenuto dove Nate Franco farà il suo ingresso. Boss malavitoso di Philadelphia, bello, sexy, spietato quando serve, autoritario, con una lingua tagliente, spudorata e sfacciata ad alti livelli e con un sarcasmo che ho adorato. Da quando è diventato il capo di quella che è ora la sua organizzazione ha sempre lavorato senza sosta per rafforzare la sua squadra, ottimizzare i suoi servizi, mandare avanti i suoi affari sporchi e, soprattutto, in continua lotta con i Russi per assicurarsi il controllo totale della città. La sua vita già difficile, complicata e pericolosa, sarà investita dal ritorno di Sabrina.



Bella e giovanissima donna salvata da Nate cinque anni prima, durante un massacro di stampo mafioso, e tornata adesso nella sua vita non più adolescente, ma donna. È stata lontana da Philadelphia per volere di Nate, ma adesso è pronta a tornare a casa e, soprattutto, è pronta per prendersi Lui.



Da ragazzina bella e timida, Sabrina si è trasformata in una donna capace di far girare la testa e spezzare i cuori. Abbastanza intelligente da vincere una borsa di studio per l’università, da sempre innamorata del suo tutore, con un cervello ben funzionante, coraggiosa e con una lingua tagliente e affilata che farà dare di matto al nostro bel maschio Alpha. Farà di tutto per avere le attenzioni del suo uomo, per farlo capitolare e nonostante la testa di Nate gli urli “ Non pensarci neanche!!!!....”  non potrà resistere a quella caparbia e sfacciata donna che è ora davanti ai suoi occhi, a quell’attrazione che li lega probabilmente da sempre.

Mi baciò ancora e io mi lasciai andare. Mi diedi a lui completamente, senza rovinare il momento chiedendomi se lui provasse le stesse cose. Anche se non fosse stato così, avevo abbastanza amore per entrambi e sarei stata felice di condividerlo per il resto delle nostre vite.

Il magnetismo e la passione che all’inizio Nate cerca di evitare con tutto se stesso, alla fine avrà la meglio dando vita ad un fuoco che divamperà con intensità e passione.



Sabrina conosce benissimo la vita che Nate conduce e il tipo di attività che svolge, ma nonostante questo non ha nessuna intenzione di rinunciare a lui. Non ha paura di quello che dovrà affrontare e cercherà di insinuarsi in maniera completa nella sua vita e lui non potrà fare altro che accettarlo e proteggerla pur sapendo quello che potrebbe accadere.



Tra sparatorie, rapimenti, torture, misteri, un passato che torna, rivelazioni, guerra per la sete di dominio e potere ecco nascere una bellissima storia d’amore. Incredibile l’abilità con cui la Aaron caratterizza e da luce ai suoi protagonisti, delineandoli alla perfezione e tessendo attorno a loro una trama veramente avvincente. Linguaggio sporco, schietto, deciso e pungente rendono il tutto perfetto e mai insulso o piatto.
Vi posso assicurare che dalla bocca di Nate e Sabrina ne usciranno delle belle!
Ogni pagina, ogni momento non ti dà respiro perché il cambio improvviso di quell’attimo è subito sostituito da un altro con una frequenza adrenalinica maggiore, e questo succede dall’inizio alla fine e ti rende impossibile distrazione o disattenzione.
Insomma, cari lettori, mi sono ritrovata molte volte a sorridere, a rabbrividire, ad eccitarmi e a commuovermi nel giro di un attimo, il tutto perfettamente scelto e calibrato con accuratezza e capacità di scrittura ottimi. Ho trovato eccellente il modo in cui Celia plasma e fa evolvere i suoi protagonisti, facendomi apprezzare ogni tipo di luce che viene fuori dalle tante sfaccettature che lei gli imprime ad ogni pagina. Nate diventa più maturo e consapevole di quello che è facendo uscire anche quel suo lato “dolce” che, unito ingegnosamente a tutto il contesto e al suo modo di fare, te ne fa innamorare. Sabrina, a mio parere, è la vera eroina di tutta la storia: pur essendo giovanissima sa quello che vuole. Conosce i rischi e i pericoli che circondano la vita di Nate e lei non li teme, è pronta a combattere per la sua vita e per coloro che ama e quando arriverà il momento di tirare fuori gli artigli per difendersi, lei lo farà dimostrando di essere all’altezza dell’uomo che ama e del suo pericoloso mondo. I Pov sono alternati (cosa che io adoro!) e questo ti immerge completamente nelle menti dei protagonisti, pensando, vivendo e respirando i loro stessi momenti. Bello e articolato molto bene anche l’inserimento dei protagonisti secondari, permettendo così la loro fusione perfetta con tutto il resto. Insomma, un nuovo romanzo da non farsi scappare e che mi auguro possa piacervi tanto quanto è piaciuto a me.
Ringrazio Celia Aaron dicendole che è stato un vero piacere averla potuta conoscere e che non vedo l’ora di leggere altri suoi romanzi. Grazie alla Hope Edizioni per l’anteprima e i miei complimenti per l’ottima traduzione.
A voi come sempre auguro una buona lettura con NATE.
Alla prossima.






2 commenti:

  1. Non sono un'amante del genere, ma la recensione è molto bella ;)

    RispondiElimina
  2. Grazie mille😊....chissà magari lo inizi a leggere e poi lo diventa😉!!

    RispondiElimina