lunedì 30 aprile 2018

Recensione a "Non dirgli che ti manca" di Alessandra Angelini


Genere: Romance
Serie: Bad Attitude Series Vol. 1
Casa Editrice: Newton Compton Editori
Pagine: 446
Prezzo: ebook 1.99 -  cartaceo 8.41
Data Uscita: 17 Novembre 2016








Numero 1 sul web

La nuova romanticissima voce del romanzo italiano


Isabella è a pezzi. Deve vedersela con un padre di successo, per il quale non c’è un altro futuro possibile se non quello che lui stesso ha immaginato per la figlia. E come se non bastasse, il suo fidanzato, quello che secondo tutti era il ragazzo perfetto, la tradisce spezzandole il cuore. Così decide che è arrivato il momento di cercare la propria strada e trasferirsi da Roma a Bologna per studiare. Ma la vita è sempre pronta a sorprenderti: nel caso di Isabella l’imprevisto si chiama Denis, tatuatissimo batterista dei Bad Attitude. In una notte che cambia tutto, Isabella infrange ogni regola. I due si imbarcano in una relazione turbolenta, fatta di lunghe separazioni, resa complicata dall’insofferenza del padre di lei e dalle insicurezze della ragazza. Nonostante le differenze sociali, quello che Denis e Isabella provano l’uno per l’altra è un sentimento insopprimibile, forte e delicato, violento e dolce allo stesso tempo, qualcosa che va oltre le regole, ma che non sembra destinato a finire, come quelle melodie che entrano nella testa e non se ne vanno più…

«Quando la storia ti prende e i personaggi ti hanno rubato un pezzettino di cuore bisogna solo perdersi tra le parole.»
Crazy for romance
«Non dirgli che ti manca è un romanzo che mi ha lasciato dentro un vortice incontrollabile di emozioni.»
Leggere in silenzio
«Alessandra Angelini, un successo straordinario tutto italiano.»
Libreriamo.it
«Inutile dirvi che la loro storia d’amore è di quelle che ti tengono incollata alle pagine, che qualche volta vorresti saltare nel libro e prenderli a sberle, che spesso ti trovi a fare un gran sospiro di fronte a questo amore così vero e grande.»
Romanticamente fantasy





Una storia d’amore fresca e giovane, ma con dietro tanti strascichi, ognuno dei quali si porta dietro il suo pesante bagaglio di cui non può farne a meno. Ma le cose negative non sempre sono tali, a volte possono portare a cose più grandi e belle. Possono ricordarci che la vita è piena di sorprese. Un po’ come quello che è capitato a Isabella, una ragazza in continua lotta per avere quella stima, quell’amore che ogni genitore dovrebbe darti a prescindere dalle scelte che fai. Per suo padre non è così, tutto ciò che fa è sbagliato come la decisione di chiudere la sua storia con Marco dopo averlo colto in flagrante. Da lì ha messo un punto a tutto e ha deciso di cambiare vita, raggiungendo la cugina a Milano.
Lì, in un locale, incontra un ragazzo bellissimo che la colpisce sin da subito. Anche lui ne sembra colpito. 
È deciso, farà il suo primo colpo di testa. 
Una notte di passione con una persona appena conosciuta, in fondo non c’è niente di male nel godersi per poco la vita senza pensare alle conseguenze delle proprie azioni. 
Una scelta giusta perché, a volte, non bisogna lasciarsi scappare le occasioni. Ma la mattina la prospettiva cambia, decide così su due piedi di scappare prima del ritorno di lui dalla doccia.

"Quella sera pensavo volessi agganciarmi. Eri carina e ho pensato che non sarebbe stato male finire la serata con te..." si strofinò i capelli, quella confessione sembrava metterlo in difficoltà "poi ho visto il tuo imbarazzo, eri così dolce e quella cosa che fai con le labbra, come ora". 

Quest’avventura, però, non le ha dato il giusto coraggio così cambia ancora direzione: Bologna. Inizia a frequentare l’università e, inaspettatamente, qualcosa cambia. 
Un incontro anzi una seconda possibilità il destino gliel’ha concessa. Le ha messo davanti alla sua strada quella famosa avventura di una notte: altri non è che il batterista di una band emergente.
Si ritrovano ed è subito scintilla, la loro passione non è sopita con il tempo anzi la mancanza di coraggio di lei gli ha solo fatto perdere del tempo prezioso da trascorrere insieme. 
Una cosa bellissima perché percepiamo che il tempo non ha scalfito un desiderio, una voglia di rafforzare quella conoscenza iniziale durata un battito di ciglia. 
Ma il pensiero di entrambi era sempre proteso verso l’altro. Davvero una cosa dolce ed emozionante.

"Denis era l'ingranaggio mancante del complesso macchinario che faceva funzionare il mio cuore, il pezzo senza il quale ero solo carne e sangue. Lui era il soffio di vita in grado di compiere quella magia".

Intorno a loro ci sono gli altri membri della band e la loro prima fan, Caterina, a fare da contorno ai protagonisti. 
Sono come una grande famiglia, si aiutano, si confortano e nel momento del bisogno sono sempre lì a tenderti una mano. L’unione fa la forza. Isabella ne è parte integrante nonostante le sua difficoltà personali, ma non si da per vinta ed è sempre pronta ad aiutare chi ne ha bisogno.
Una storia pregna di momenti emozionanti, a volte delicati e romantici, ma con spaccati di vita quotidiana che ognuno di noi può vivere. La forza dell’amicizia, dell’amore che ti aiutano a tornare a galla ed affrontare i momenti peggiori. L’unica nota stonata, a mio parere, sono stati i dialoghi, a volte non riuscivo a capire chi dei personaggi parlasse, si poteva fraintendere di chi fosse il pensiero, in generale il contesto e la struttura della storia mi hanno molto colpito. Sono curiosa di continuare a leggere il prossimo romanzo della serie.
Alla prossima.

"Il pubblico ballava, saltava, al ritmo dettato da Denis, che su quel palco acquisiva un'aura che brillava di luce propria. Tramite la musica e la potenza del suo pestare sui tamburi, la sua visione delle cose cambiava e tutto assumeva un significato differente. Le parole, i testi, scorrevano di bocca in bocca unendosi in un urlo pronto a sfidare il cielo".






1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...