sabato 5 maggio 2018

Recensione a "Nectunia" di Daniela Ruggero




Genere: Distopico
Editore: DZ edizioni
Collana: Distopico
Pagine: 288
Prezzo: 14,90 euro

Link d'acquisto




In un futuro non molto lontano il mondo così come lo conosciamo non
esisterà più. Le malattie saranno debellate; la morte, il dolore e la sofferenza
non faranno più parte della vita. Non ci sarà spazio per l’inquinamento che
soffoca i mari, l’aria e la terra. Tutto sarà pace, fratellanza e unione. Nessun
crimine violento, nessuna disputa.
Nella perfezione di questo nuovo mondo, tuttavia, un gruppo di ribelli
denominato «Nectunia» combatte la sua guerra silenziosa, consapevole che
tanta eccellenza cela un’amara verità. Quale prezzo paga in segreto
l’umanità al Nuovo Ordine? In che modo dieci uomini e una donna, la
«Grande Madre», scandiscono vite, pensieri e passioni di milioni di persone?
In questa perfezione prestabilita e manovrata, potrà l’amore, quello vero e
libero, disfare le trama di potere del Nuovo Ordine e ridare speranza
all’umanità intera?






In un futuro non molto lontano, la popolazione mondiale si trova ad affrontare un’Era buia dalla quale ne esce impoverita e decimata. Un nuovo Ordine stabilisce la propria salvezza dettando regole ferree per la sopravvivenza; si stabilisce nella zona della terra conosciuta come Europa, l’Arca, la zona che non è stata toccata dalle terribili malattie che hanno decimato la popolazione.
Eléna è la prima delle protagoniste a raccontare la sua storia, una giovane donna in attesa di essere separata dalla sua famiglia per andare incontro al proprio destino. Una macchina deciderà per lei il suo futuro e il suo futuro partner. È pronta per andare a Nexium, la capitale dell’Arca, città progettata per essere rappresentativa della rinascita e della ricchezza.
 

Con la coda dell’occhio vedo Marco e il mio cuore ha un sussulto. Faccio un lungo respiro e la bocca si secca. La macchina non può sbagliare è lui il mio futuro.
 

Amber è nata libera, è il generale di quelli che sono definiti i ribelli. Vive a Nectunia, dove è al comando di tutta la popolazione e del suo esercito. Ha ereditato il posto di comando dal padre, sente la responsabilità di ogni sua azione ed ha annientato la sua vita in funzione del suo popolo.
 

Sono sola, sempre e comunque sola. Dispersa in un destino che non mi appartiene…
 

Eléna e Marco, Amber e Nicholas. Due coppie che vivono le loro storie all’interno di uno scenario futuristico descritto magistralmente dalla scrittrice che dimostra di avere un background cinematografico e letterario non indifferente e lo riversa completamente nel libro. Questo fa sì che lo scenario sia familiare per chi ha lo stesso tipo di conoscenze e, allo stesso tempo, per chi non ha mai letto nulla del genere, risulta scorrevole e piacevole perché la scrittrice descrive molto bene ogni particolare.
In alcuni punti mi sarebbe piaciuto che la storia fosse più approfondita, in particolare in una scena fra Amber e Nicholas, che non descriverò per non fare spoiler, ad alto tasso di connessione (perdonatemi il gioco di parole che capirete quando leggerete), mi sarebbe piaciuto leggere qualche particolare in più. Non so nemmeno io cosa, ma è una situazione ad altissimo potenziale, che spero la scrittrice abbia progettato di tenere in considerazione nel prossimo libro.
Da appassionata del genere posso dire di avere avuto un attimo di incertezza iniziale, dovuta ai molteplici riferimenti a precedenti opere sul genere futuristico, che si è tradotta in vera e propria passione per questo libro e i suoi protagonisti, perché la scrittrice ha saputo fondere più elementi e due storie che catturano e tengono col fiato sospeso e ti fanno dire: “Quando esce il seguito?”
E, comunque, io mi sono schierata immediatamente da una parte: chi vieta cioccolata e caffè non può che essere il male assoluto!
Buona lettura!


 









1 commento:

  1. Grazie per le bellissime parole
    Il seguito sarà INTERCONESSO ed è una promessa

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...