venerdì 27 aprile 2018

Recensione a "Il coraggio di perdonare" di Asia Da Costa





Genere: Romance
Editore: Self publishing
Data d'uscita: 25 Luglio 2016
Pagine: 307
Prezzo: eBook 0,99




 Ogni scelta detta una conseguenza. A volte, siamo costretti ad assecondare una sorte ingiusta che tira le redini di un amore sofferto e dimenticato. Grace Davis nasconde nei meandri dei suoi ricordi, l’immagine dell’uomo che l’ha abbandonata dieci anni prima. Oggi è una donna che ha costruito intorno al suo dolore, il giusto equilibrio per portare avanti un’esistenza caratterizzata da delusioni e perdite. Oggi è Megan, madre single e all’apparenza forte e determinata. Una roccia che non permette al passato di intralciare la tranquillità emotiva che ha faticosamente raggiunto. Che cosa succederebbe, però, se quell’abisso di ricordi risalisse a galla? E tutto ciò da cui è fuggita, si ripresentasse prepotentemente nella sua vita per sconvolgere tutti i suoi schemi? Ritornare indietro comporta una salita ripida e tortuosa, la meta è lontana e inarrivabile. Quanto alto può essere il prezzo da pagare, per proteggere sé stessi dalla devastazione? Owen Riley, ex Marines, porta il peso di un grosso rimpianto. Si è arreso al dolore che lo ha colpito quando ancora ogni parte di sé, mostrava i segni di un amore sopravvissuto ad un’atroce verità. E se tu tutto quello che si conosce è solo la superficie di un momento significativo della tua vita, mentre nelle profondità vive un dolore mai assopito? Saremo abbastanza coraggiosi da rischiare di intagliare un cuore ferito?





Ci sono amori semplici, che nascono nella tranquillità e si sviluppano nella serenità di un’esistenza “normale”. E ci sono amori molto complessi, che nascono dal dolore, dalla vergogna, dall’insicurezza del domani, e ai quali ci si aggrappa come un’ancora di salvezza nel buio e nel nulla. Grace e Owen sono due personaggi psicologicamente molto complicati. Grace viene da un’infanzia da incubo, fatta di abusi, pianti e sofferenza. Del suo passato non vuole riportare alla mente nulla, non ha nulla che valga la pena di essere ricordato, tranne Owen. Lui ha saputo raccogliere i cocci di una ragazzina “rotta”, ha saputo scavare e trovare la luce in tutta quella oscurità. La loro storia d’amore si poteva paragonare a quella delle favole, fatta di piccoli gesti e sentimenti veri, di quelli che se sei fortunata riuscirai a provare una volta nella vita. Ma le favole non sono destinate a durare a lungo e dopo anni di fidanzamento Owen sparisce improvvisamente dalla vita della piccola Grace, senza una parola o un addio, lasciandole un vuoto incolmabile, lasciandola ai suoi incubi, senza più un posto in cui sentirsi protetta dal mondo.
Grace è sola, spaventata, abbandonata. Faticosamente impara a camminare con le sue gambe e andare avanti, ma il ricordo di quel tradimento, da parte dell’unica persona a cui avrebbe affidato la vita, la cambierà profondamente, rendendola completamente chiusa e disillusa sull’amore.
La ritroviamo adulta fra le prime pagine di questo libro, poiché da allora sono passati dieci anni. Grace ora si fa chiamare Megan, è madre, ed è una editor affermata. Tuttavia, nella sua apparente perfezione si nasconde ancora la ragazza fragile e insicura, seppellita da amarezza e rancore verso chi aveva promesso di amarla e invece l’ha lasciata al suo destino: Owen. Ma quando in un bar si ritrova incatenata agli stessi occhi che dieci anni prima le avevano rubato e spezzato il cuore, il passato torna a galla prepotentemente, portandosi dietro tutte le lacrime e gli interrogativi che non le avevano mai dato pace: perché?


Owen è un uomo ora. Un bellissimo e affascinante uomo. Ma del ragazzo che Grace aveva conosciuto e amato ben poco è rimasto. Arruolatosi nei Marines, ha vissuto ed è sopravvissuto agli orrori della guerra che gli ha lasciato solo perdita, incubi e rimpianti. L’unico pensiero che lo ha tenuto in vita era la possibilità, un giorno, di poter rivedere Grace, tentare di spiegarle la situazione che lo avevano portato a prendere alcune decisioni dieci anni prima, e di farsi perdonare. Anche lui aveva i suoi demoni, anche Owen aveva lottato e sofferto per la ragazza che amava più di qualunque altra cosa al mondo. E le scelte che aveva compiuto erano state portate da una crisi personale del ragazzo, dovuta a un particolare periodo della sua vita. Il pentimento e il rimorso lo avevano accompagnato ogni attimo, ogni istante, ogni secondo.


Ora è tornato per restare, per riprendersi la sua vita e Grace, se ancora lo vuole. Ma dieci anni sono tanti e le persone cambiano. 


Entrambi nascondono molti segreti, dovranno confrontarsi e aprire completamente loro stessi per poter andare avanti e sperare in un domani insieme. Si accorgeranno di quanto era privo di parole il loro amore adolescenziale. Le complicazioni e la drammaticità del passato diventeranno forti deterrenti per Grace che, nonostante ammetta di amare Owen e di non averlo mai dimenticato, fatica molto a fidarsi e ad aprirgli il cuore nuovamente, vivendo con la costante paura di dover raccoglierne i pezzi un’altra volta.
Amare una persona basta? No, non nel loro caso. L’amore sbocciato fra i due ragazzini di allora è ostacolato dai troppi segreti che entrambi hanno celato negli anni. Owen, che non vuole parlare di sé e fatica ad ammettere le vere ragioni che lo hanno portato ad abbandonare tutto anni prima, e Grace, che nasconde quello che è forse il segreto più devastante per la coppia, quello che potrebbe decidere la loro riunione o l’addio definitivo.
Nonostante la miriade di difficoltà affrontate da parte di entrambi, proprio quando tutto sembra risolvibile fra loro, la scottante verità farà crollare tutti i loro progetti nuovamente. L’amore potrà superare veramente tutto? Oppure il loro destino è sempre stato quello di non poter stare insieme?

Difficile giudicare quest’opera data la mole e la complessità delle personalità che ci troviamo ad affrontare in queste pagine. Fragilità da parte di entrambi, rimorso, rimpianto, e un grande desiderio di voler tornare indietro nel tempo e poter cambiare tutto. Grace fra i due protagonisti è la caratterizzazione che ho apprezzato di più e nella quale mi sono trovata più coinvolta. Una donna che è stata in grado di risalire il fondo nonostante la vita le abbia procurato tante profonde ferite a una così giovane età. Una donna spaventata dalla forza dei sentimenti e terrorizzata da una seconda delusione e, soprattutto, da un secondo abbandono. Una donna distrutta che ha saputo rimettere insieme i pezzi della sua esistenza e lottare per essa.


Sono arrivata all’ultima pagina col cuore in gola, e l’autrice mi ha lasciata con un colpo di scena finale così improvviso che ora ho il bisogno assoluto di leggere il secondo libro per arrivare fino alla fine di questa storia straziante, dolorosamente bella e dolce allo stesso tempo. 

1 commento: