lunedì 22 gennaio 2018

Recensione a "Il mio Angelo" di Lina Giudetti




Genere: Romance
Casa Editrice: Self Publishing
Data Uscita: 22 Febbraio 2016
Pagine: 370
Prezzo: eBook 1,99


Acquisto





Aura è una ragazza molto complicata e segnata dal divorzio dei suoi genitori. A causa dell'abbandono del padre che si trasferì all'estero con la sua nuova compagna quando lei era ancora una ragazzina, ha sviluppato una profonda diffidenza nei confronti degli uomini che considera tutti dei gran bastardi e non ha mai voluto impegnarsi sentimentalmente con nessuno tanto che a ventitré anni, è ancora illibata. I suoi unici interessi sembrano essere lo studio e il conseguimento di una laurea finché un giorno, il destino non pone sulla sua strada Angelo, un trentacinquenne affascinante ed empatico che svolgendo la stessa professione di suo padre, l'odontoiatra, stravolgerà la sua vita al punto tale da spingerla a rivalutare ogni convinzione e preconcetto. Tra loro nascerà sin da subito una forte attrazione che porterà Aura a scoprire pian piano le gioie dell'amore e del sesso… Angelo le colmerà il vuoto che ha nel cuore donandole la tenerezza e la dolcezza di cui ha bisogno. Tutti i suoi drammi interiori tuttavia e il suo inconscio complesso di Elettra, renderanno la sua vita ricca di alti e bassi finché non accadrà l'impensabile…







Ho letto per voi "Il mio Angelo" di Lina Giudetti. Premetto che il modo di scrivere di quest'autrice mi affascina molto. È molto minuziosa nelle descrizioni e nei dettagli. Questo romance è il primo di una duologia a cui fa seguito il mio matador. La peculiarità di questo libro è la realtà degli eventi descritti che si evince leggendo ogni singola pagina. L'autrice è riuscita ad affrontare temi difficili senza mai perdere il filo del discorso e senza discostarsi da ciò che potrebbe accadere a ognuno di noi.
Aura è una ragazza di ventitré anni che si ritiene acida e anaffettiva. Non è riuscita ad accettare la fine del matrimonio dei suoi genitori avvenuta nella sua piena età adolescenziale, sfogando il rancore per il padre che l'ha abbandonata per crearsi una nuova famiglia, e la delusione verso il comportamento della madre alcolizzata e completamente assente, in uno dei disturbi alimentari più frequenti tra i ragazzi: la bulimia. Lei non crede nell'amore e non riesce a fidarsi di nessuno, di conseguenza ha una sola amica. Verrà abbandonata anche dalla sua stessa madre. La vita però le farà un regalo e metterà sulla sua strada Angelo, odontoiatra di successo che si rivelerà il suo angelo custode in tante occasioni e che, ironia della sorte, ha lo stesso nome di suo padre. Lui, con le sue attenzioni, riuscirà a far calare la barriera dell'ostilità e delle insicurezze facendola finalmente sentire amata, divenendo la persona di cui lei più si fida tanto da aprirgli il suo cuore e confidargli ogni suo problema. La aiuterà anche a entrare in terapia per curare il suo disturbo, ma come si sa, dietro ogni attimo di felicità si nasconde un oceano di amarezza. La vita rimetterà a dura prova Aura, dandole forse il colpo di grazia che però la farà riavvicinare al suo affetto più grande, il padre.

  
Alla fine della lettura di questo libro mi sono posta molte domande che mi hanno spinta ad altrettante riflessioni. Siamo sicuri di poterci sempre fidare delle amicizie o le persone che ci sono vicine sono pronte a ferirci con più facilità? Forse, il suo essere in parte chiusa avrebbe dovuto aiutare la nostra protagonista e tutte le persone simili a lei, ma non è stato così, infatti ha avuto uno dei peggiori tradimenti. Altra riflessione che mi è venuta spontanea è stata: quanto dolore si può infliggere a un figlio a causa della guerra e dell'ostilità che si crea tra due coniugi e chi paga queste conseguenze realmente. Infine, quanto si sottovalutano i traumi che i ragazzi in età adolescenziali subiscono e quanto si riesce a percepire delle loro grida silenziose.


Ogni argomento è ben esposto e sviluppato, la scrittura è ben articolata e il lessico molto forbito e ricco, i personaggi sono perfettamente caratterizzati. Non posso dire leggete questo romance a cuor leggero aspettandovi la classica storia d'amore cuori e fiori, perché è un romance realistico che verte sulle reali difficoltà della generazione odierna, sia adulta che giovane, non può esser letto superficialmente ma con attenzione perché aprirà gli occhi su tante cose.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...